Angolo convesso e concavo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La matematica è una materia piuttosto amplia e ricca di argomenti che richiedo molto studio e molta pratica per essere appresi a dovere. Come potremo notare, questo argomento sarà veramente molto semplice da apprendere, per cui mettiamoci subito al lavoro. In questa guida daremo alcune semplici spiegazioni che vi saranno utili per comprendere meglio l'argomento in questione, ossia Angolo convesso e concavo.

25

Occorrente

  • carta e matita
35

La matematica e la geometria

Molto spesso, quando ci troviamo a studiare alcuni particolari argomenti, sopratutto se riguardano materie scientifiche come la matematica o la geometria, potrebbe capitare di non riuscire a comprendere alcuni particolari argomenti. In questi casi potremo effettuare una semplice ricerca su un qualsiasi motore di ricerca su internet, per trovare molto facilmente tantissime guide che sapranno spiegarci, utilizzando termini molto semplici, tutti i vari argomenti che abbiamo difficoltà ad apprendere. Nei passi successivi, in particolare, cercheremo di capire cos'è un angoli concavo ed un angolo convesso e come fare per riuscire a disegnarli correttamente.

45

Le tipologie di angoli concavi e convessi

Possono verificarsi alcune particolari tipologie di angoli concavi e convessi. Se, ad esempio, due lati dell'angolo sono sovrapposti, l'angolo convesso risulterà nullo e quello concavo avrà la sua massima apertura. Questo angolo prende il nome di angolo giro e la sua ampiezza è di 360 gradi. Se, invece, due lati sono l'uno il prolungamento dell'altro, l'angolo convesso e l'angolo acuto avranno la stessa ampiezza. Ci troveremo, quindi, davanti un angolo piatto, e la sua ampiezza sarà la metà di quella dell'angolo giro, quindi 180 gradi. Se i due lati dell'angolo sono perpendicolari tra di loro, l'angolo concavo avrà un ampiezza uguale alla metà dell'ampiezza di un angolo piatto, tale forma prenderà il nome di angolo retto e la sua ampiezza sarà di 90 gradi. A questo punto saremo finalmente in grado di riconoscere molto facilmente sia un angolo concavo che un angolo convesso, con tutti i suoi casi particolari.

Continua la lettura
55

Le due semirette

Disegnando su un foglio un punto e, a partire da questo, tracciamo due semirette. Chiameremo "angolo" ciascuna delle due parti delimitate dalle semirette tracciate. Il punto, invece, lo definiremo come "vertice dell'angolo" e chiameremo le due semirette come "lati" dello stesso. Tali parti vengono solitamente indicate con lettere minuscole dell'alfabeto greco, quali alfa, beta, gamma, delta, ecc. Riprendiamo poi il disegno fatto precedentemente e prolunghiamo le semirette che formano i lati dell'angolo. Definiremo, quindi, convesso, l'angolo che non contiene il prolungamento dei suoi lati, mentre nomineremo concavo l'angolo contenente i prolungamenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare l'ampiezza di un angolo supplementare

Nella geometria è presente tanta matematica, con tante formule e teoremi da ricordare. Tuttavia se si seguono le lezioni con concentrazione si può eccellere e apprezzare la geometria. Fra le prime conoscenze da acquisire troviamo gli angoli. Questo...
Superiori

La misurazione degli angoli convessi e concavi

In questo articolo vorrei parlarvi della misurazione degli angoli convessi e concavi. La misurazione degli angoli convessi e degli angoli concavi è una valutazione quantitativa che permette di valutare l'ampiezza degli angoli stessi. Bisogna conoscere...
Superiori

Goniometria e trigonometria: angoli, archi e loro misura

In questa guida, vogliamo parlarvi di un po' di gonometria e trigonometria, ed in particolar modo di angoli, archi e della loro misura, in maniera da poterne sapere qualcosa in più e poter applicare tutte queste nozioni quando siamo a scuola, o quando...
Superiori

Come determinare le misure di cubi legati a sfere

In geometria il cubo (o esaedro regolare) è un solido platonico che presenta 6 facce quadrate, 8 vertici e 12 spigoli. Potrete ricordarlo facilmente dal momento che esaedro, in greco, è ogni poliedro concavo o convesso con 6 facce. In ogni vertice si...
Superiori

Come fare il grafico probabile di una funzione

La guida che vi andremo a proporre andrà a occuparsi di grafici e funzioni. Come potrete comprendere facilmente tramite la lettura del titolo stesso che accompagna questa piccola guida, ora vi spiegheremo, passo dopo passo, come fare il grafico probabile...
Superiori

Come disegnare il grafico di una funzione

Quando si parla di grafico di una funzione, ci si riferisce a quell'insieme di punti, rappresentato all'interno del piano cartesiano, in cui all'ascissa "x", viene associata l'ordinata "y", facendo riferimento al valore del dominio della funzione stessa....
Università e Master

Come riconoscere un quadrilatero articolato di Grashof

La scuola ci ha fatto palpitare, ma dobbiamo dire grazie a essa che riusciamo a comprendere e conoscere termini e soluzioni d'italiano, matematica, geometria utili per affrontare con semplicità il mondo lavorativo e professionale. In questa piccola guida...
Università e Master

Teorema di Kakutani: dimostrazione

La matematica è una materia piuttosto complessa e ricca di nozioni, molte volte di difficile comprensione e apprendimento. Per questo è necessario partire da delle buone basi per poter capire argomenti più complessi. Esistono inoltre moltissimi teoremi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.