Analisi logica: il periodo

di Raffaele Raff tramite: O2O difficoltà: media

La grammatica italiana è molto complessa. È ricca di regole ed eccezioni, pertanto non rientra tra le materie più apprezzate dagli studenti. L'analisi grammaticale e del periodo richiedono un'ottima conoscenza della lingua e molto studio. In realtà, l'analisi logica è molto utile perché consente una scrittura corretta e fluida. Pertanto, ecco in cosa consiste l'analisi logica del periodo e come svolgerla correttamente.

Assicurati di avere a portata di mano: un buon testo di grammatica pazienza

1 L'esempio In grammatica, l'analisi del periodo analizza la sintassi delle frasi complesse. Più frasi semplici legate tra loro ed al nucleo rappresentano un periodo. Per rendere più semplice il concetto, facciamo qualche esempio. Il gatto corse in giardino, si mise a correre dietro un topo e alla fine lo catturò. Si distinguono tre frasi semplici, collegate strettamente alla principale.

2 Le proposizioni principali Le proposizioni principali sono diverse. Si conoscono pertanto le enunciative (annunciano qualcosa) e le esclamative, con punto esclamativo finale. Inoltre, le interrogative contengono una domanda esplicita. Poi ci sono le retoriche, ovvero frasi apparentemente interrogative. Le volitive si dividono in imperative (con un ordine), esortative, concessive ed ottative (esprimono un desiderio). Le proposizioni incidentali sono in genere brevi e si trovano tra due virgole. Servono a precisare un concetto, ma si possono anche omettere. La loro assenza, infatti, non compromette in nessun modo la frase. Ad esempio: Matteo, benché fosse tardi, telefonò a Carlo.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Le virgole Le proposizioni si possono collegare in tanti modi.  Con le virgole, annunciano una sequenza di eventi.  Approfondimento Analisi logica: il complemento di moto a luogo (clicca qui) In alternativa, con delle preposizioni semplici o articolate.  Le preposizioni possono dare un significato completamente diverso al periodo.  Creano un rapporto di subordinazione tra una principale ed una dipendente (ipotassi).  Oppure, possono coordinare un discorso.  Le frasi, in questo caso, avranno la stessa importanza.  Di solito avviene con la congiunzione "e", la paratassi.  Infine, in analisi logica si distinguono subordinate implicite ed esplicite.  Le prime contengono verbi dal modo indefinito (gerundio, infinito e participio).  Le esplicite, invece, contengono un modo finito, pertanto indicativo, congiuntivo, condizionale ed imperativo.  Il periodo non si ottiene con la sola frase principale.  Per cui, le subordinate sono certamente necessarie per la sua formazione.  Stabilita la loro importanza, lo studente dovrà individuarle per una corretta analisi logica.

Non dimenticare mai: Studiare approfonditamente le regole grammaticali Alcuni link che potrebbero esserti utili: Analisi del periodo Analisi logica del periodo

Grammatica greca: sintassi del verbo La sintassi è quella branca della grammatica che studia i costrutti ... continua » Come fare l'analisi del periodo Quando si è ancora tra i banchi di scuola può capitare ... continua » Analisi logica: il complemento di mezzo La lingua italiana è una lingua romanza, nata dal latino e ... continua » Analisi logica: il complemento di denominazione All'interno della presente guida andremo a occuparci di grammatica della ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Analisi logica: struttura e complementi

L’analisi logica è il procedimento attraverso cui individuiamo le categorie sintattiche che compongono la frase. Le categorie sintattiche sono: soggetto, predicato, complementi, attributi, apposizioni ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.