10 consigli per prepararsi al meglio ad un compito in classe

di Mariasilvia Spano tramite: O2O

Partiamo col dire che il compito in classe non è e non deve essere visto come un supplizio. O la tortura fatta per umiliare o mettere in tensione gli studenti. Il compito in classe serve semplicemente a verificare il grado di preparazione. Nonché in un certo senso mettere alla prova anche l’insegnante e vedere se potrà proseguire dunque col programma. Avere tanti allievi che fanno pessimi compiti in classe è un danno anche per un buon docente. Potrebbe sentire di aver sbagliato nel suo compito di insegnante. Inoltre, rischio bocciature a parte, prendere pessimi voti ai compiti in classe, significa dover faticare parecchio in seguito per recuperare. Col rischio di peggiorare fra l'altro le proprie performance anche nelle altre materie, oltre che a sprecare molto tempo libero. Vediamo quindi 10 consigli per prepararsi al meglio ad un compito in classe, in modo da evitare paure, errori e votacci!

1 Non rimandare tutto all’ultimo minuto Procrastinare gli impegni, ossia rimandarli all’infinto al giorno dopo è piacevole. Tuttavia, come dice il detto “meglio non rimandare a domani quel che potresti fare oggi”. Uno dei consigli migliori dalla saggezza popolare, per prepararsi a qualsiasi cosa per tempo.
Rimandare le sessioni di studio significa rischiare di non avere più tempo dopo. Viziarsi e concedersi troppo alla pigrizia non ci preparerà affatto per il compito in classe. Quando il tempo scarseggia infatti, sale facilmente il panico. Con l'ansia alle calcagna si studia male e poco, arrivando quindi frustrati e demotivati alla prova.

2 Cercare di rilassarsi, non essere nervosi: se si ha studiato andrà tutto bene Partiamo con l’idea che un fallimento o un voto non eccelso non distruggeranno certo la nostra vita o carriera scolastica. Ma è un consiglio importante quello di non crogiolarsi troppo in questa rassicurazione. C'è un metodo efficace per eliminare la paura ed arrivare più rilassati al compito in classe. Semplicemente, prepararsi e presentarsi avendo studiato tutto per bene. Se si ha studiato non si avrà alcun problema a rispondere alle domande. O almeno a gran parte di esse!

Continua la lettura

3 Ascoltare in classe e prendere sempre gli appunti "Chi ben inizia è a metà dell’opera" è un altro fra i consigli più utili.
Prestare attenzione alle spiegazioni in classe, significa avvantaggiarsi tanto sullo studio a casa in vista di ogni compito in classe.  Prepararsi da soli a casa, sarà infatti più leggero e simile ad un ripasso Approfondimento 10 suggerimenti per diventare il primo della classe (clicca qui) Prendere appunti inoltre, aiuta a mantenersi concentrati e attenti alla lezione.  Oltre a lasciarci preziose informazioni in più da parte.

4 Comprendere ciò che si sta studiando e chiedere chiarimenti durante la lezione Studiare a memoria in certi casi non è fra i migliori consigli per prepararsi al meglio ad un compito in classe. Spesso infatti alcune domande a trabocchetto potrebbero mettere in difficoltà di proposito, per valutare la reale comprensione dell'argomento. Capire bene significa anche saper spiegare bene. Dunque rispondere bene alle domande dei compiti tanto quanto delle interrogazioni orali.
Non bisogna temere di fermare l'insegnante durante la spiegazione e chiedere lumi circa qualcosa di poco chiaro. Meglio chiarire da subito tutto, che portarsi avanti dubbi e inesattezze.

5 Evitare le distrazioni quando si studia A volte lo studio per prepararsi al compito in classe non è piacevole. O la materia non è quella preferita. In questi casi, le distrazioni sono sempre una tentazione facilissima. Interrompere spesso lo studio significa rompere la propria concentrazione. Rendere difficile memorizzare e comprendere ciò che si sta facendo. Uno fra i consigli fondamentali è spegnere dunque telefonini, computer e televisione. In questo modo si finirà di studiare molto bene e in un tempo decisamente minore, per concedersi una meritata pausa finale.

6 Studiare in gruppo e con un buon metodo Aiutare e farsi aiutare dai propri amici a prepararsi, in vista del compito in classe, non è certo un male, anzi! Sessioni di studio in gruppo sono infatti divertenti e redditizie, a patto che tutti si mantengano concentrati e si diano consigli a vicenda. Avere un buon metodo di studio aiuta inoltre a schematizzare il materiale da studiare. Così si potranno ottimizzare i tempi. La presenza di amici può aiutare inoltre a simulare interrogazioni fra di loro. Una sorta di prova del compito in classe, ma senza rischi!

7 Ripetere ad alta voce per studiare al meglio Ripetere ad alta voce significa costringersi ad ascoltare se il proprio discorso regge. Se sappiamo insomma ciò di cui stiamo parlando, se ne siamo convinti o meno. Sebbene sia un consiglio più adatto forse a materie umanistiche e interrogazioni orali, che non ad un compito in classe, può risultare molto utile anche per affrontare gli scritti.

8 Evitare di mangiare pesante la sera prima e fare una buona colazione Mangiare pesante, specialmente a cena, non aiuta ad essere più carichi il giorno seguente. Indigestioni, sonno difficile e disturbato, possono essere deleteri per il prepararsi nel modo corretto. Per affrontare il compito in classe dal punto di vista dei pasti, meglio fare piuttosto una buona colazione il giorno stesso. Niente eccessi anche in questo caso, ma è consigliabile evitare ad esempio di saltarla del tutto.

9 Ripassare sempre un'ultima volta prima di andare a letto e dormire a sufficienza Se dai consigli precedenti abbiamo visto quanto sia importante non lasciare tutto all'ultimo secondo, da questo si imparerà anche uno dei perché. Il ripasso prima di andare a letto è molto utile per prepararsi al meglio. Durante il sonno tendiamo a memorizzare meglio ciò che abbiamo trattato prima di dormire. Il ripasso dev'essere veloce ed essenziale, perché deve rimanere tempo a sufficienza per dormire tanto e bene. Mai arrivare stanchi al compito in classe! Studiando tutto per tempo, infatti, non si finirà per rimanere svegli a farlo fino a tardi. Facendo nottata non si avrebbe fisicamente il tempo per memorizzare tutto adeguatamente.

10 Negarsi ogni scusante o possibilità di copiature Copiare è uno dei peggiori consigli che si potrebbero dare. Significa non provare nemmeno a prepararsi per il compito in classe. Una sorta di truffa, un inganno verso l'insegnante, la scuola e sopratutto sé stessi. Al di la delle questioni morali e pratiche, la possibilità di ricorrere a mezzucci per copiare va esclusa tassativamente a priori. La certezza di poter fare affidamento su un compagno complice o un bigliettino è solo una scusa per non studiare, procrastinare più facilmente.  

11 Meglio pensare che di fronte al compito in classe saremo ipoteticamente come di fronte alla vita reale e lavorativa in futuro: nessuno ci aiuterà e le nostre incompetenze potrebbero fare danni alla carriera tanto quanto agli altri. Il rischio di venire scoperti è fra l'altro sempre dietro l'angolo. Sia durante il compito in classe che in futuro, quando ci si ritroverà a non riuscire a capire l'argomento di studio per via delle lacune precedenti.  
Meglio mettere da parte le scuse, mettersi comodi e sereni a studiare in maniera ben organizzata ciò che si deve. Il tempo per divertirsi non mancherà di certo!

10 regole per un buon rendimento scolastico È risaputo. Chi ha buoni voti a scuola è favorito sia ... continua » Come sfuggire ad un compito in classe La scuola è un mondo in cui si imparano davvero moltissime ... continua » Come preparare un buon esame di maturità Non esiste una formula magica in grado di assicurarti automaticamente un ... continua » 10 consigli per avere buoni voti alle medie Molti bambini trovano davvero ostico il passaggio dalle scuole elementari a ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come sopravvivere in classe

Il periodo scolastico non è affatto semplice da affrontare: si vengono a combinare una serie di fattori come quello dell'amicizia, dello studio e del ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.